Se qualcuno ti deve una somma di denaro significa che tu sei creditore nei confronti di un altro che è il debitore e che ti deve detta somma di denaro. Inizialmente, per recuperare il credito, occorre inviare al debitore una diffida con contestuale costituzione in mora al fine di sensibilizzare lo stesso debitore a restituire la somma dovuta senza alcun addebito di spese giudiziarie. Se il debitore non adempie ,entro i termini stabiliti in diffida, allora bisogna iniziare la procedura prevista dalla legge e cioè il legale nominato dal creditore avvia il “ricorso per decreto ingiuntivo” presso il Giudice competente. Ottenuto detto decreto ingiuntivo, che dovrà essere notificato al debitore a mezzo l’Ufficio Notifiche e Protesti competente, il debitore avrà 40 giorni di tempo, a decorrere dalla notifica :
1. per pagare;
2. o per fare opposizione.
Se il debitore non paga e presenta opposizione al ricorso per decreto ingiuntivo allora si instaura il processo civile a cognizione piena cioè si tiene un processo civile innanzi al Giudice competente che dovrà accertare l’effettiva esistenza del credito in capo al debitore. Detto processo civile si concluderà con una sentenza del Giudice competente che potrà essere impugnata, dalla parte soccombente, innanzi ad un altro Giudice detto Giudice di secondo grado.

07